Aceto Balsamico di Modena – Monaci Benedettini di Modena

 

Il moderno Aceto Balsamico di Modena ha tra i suoi più famosi produttori i Padri Benedettini di Modena. Si pensa che possa avere le sue radici nel periodo romano.
Nel Medioevo l’aceto che si produceva a Canossa era certamente il più conosciuto, infatti un monaco benedettino, Donizone, risalente al XI-XII secolo, ne lasciò un’importante testimonianza. Nella sua opera “Vitae Mathildis”, narra la vicenda del futuro imperatore Enrico II di Franconi, che durante una sosta a Piacenza, mediante un suo messaggero, richiese al marchese Bonifacio di Canossa (padre di Matilde), una fornitura di quel famoso e pregiato aceto che si produceva proprio lì.

Da qualche anno ggi i padri Benedettini di Modena hanno riproposto in commercio il loro pregiato aceto nelle varie versioni che i disciplinari concedono.

Il marchio DOP identifica gli aceti lavorati secondo l’antica tradizione, partendo da un mosto d’uva che viene prima cotto poi invecchiato. Questo tipo di aceto balsamico tradizionale viene prodotto esclusivamente nei territori di Modena e Reggio Emilia grazie a delle uve ben precise e tipiche di queste terre: il Trebbiano ed il Lambrusco su tutti. Le zone di produzione sono così ben delineate proprio per garantire la perfezione del prodotto per la cui realizzazione sono necessarie condizioni che si verificano in un territorio molto limitato.

Il marchio di tutela IGP, altro attestato dell’eccellenza di questo prodotto, che riconosce l’Indicazione Geografica Protetta all’Aceto di Modena, è stato approvato nel 2009 dalla Gazzetta Ufficiale Europea del Regolamento della Commissione. L’iter è stato piuttosto complesso, infatti ha richiesto 13 anni per essere portato a termine. Ora l’Aceto Balsamico di Modena è iscritto sia al registro delle denominazioni d’origine protette, che a quello delle identificazioni geografiche protette.

I Padri Benedettini di Modena si dedicano da secoli alla cultura e alla produzione di questa eccellenza, ambasciatrice nel mondo come simbolo del territorio emiliano. Nella loro Spezieria, situata nell’Abbazia di San Pietro, un tempo dedita ad attività farmaceutiche e negli anni riconvertita, lavorano per produrre con la massima cura questi aceti, nel rispetto del principio bendettino “ora et labora”, che regola le loro vite.

Scopri gli aceti dei padri benedettini di Modena e tanti altri prodotti monastici sul nostro e-commerce: www.bottegadelmonastero.it

Botteghe e Mestieri © 2007-2018 Cooperativa Sociale Botteghe e Mestieri, Via Tebano, 150·Faenza (RA) Italy·tel. 0546 47202·p.iva 02188610394