Scopri l’Aceto Balsamico di Modena dei Padri Benedettini

12 aprile 2017

Oggi vi presentiamo un prodotto che rappresenta un simbolo per la tradizione e la qualità italiana: l‘Aceto Balsamico di Modena. L’abbazia dei monaci benedettini di Modena, San Pietro, risale al X secolo e la stessa origine è da attribuirsi anche alla Spezieria, centro del lavoro quotidiano dei padri che vivono in osservanza del sacro principio “ora et labora”. Un tempo essa rappresentava un luogo prevelantemente a sfondo farmaceutico ma nei secoli si è riconvertita a nicchia per la produzione di aceto. L’aceto è un prodotto di cui si hanno le prime tracce già nell’antichità, la qualità “balsamica” invece è stata una scoperta relativamente più recente e proprio nel modenese si ha da sempre il fulcro di questa produzione a metà tra tradizione e innovazione.
Come forse saprete l’Aceto Balsamico di Modena ha ricevuto negli anni i marchi di tutela DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta) grazie soprattutto alle vigne di Trebbiano e Lambrusco e alle particolari condizioni delle colline modenesi. Tutto ciò, insieme ai metodi di cottura e conservazione, contribuisce all’unicità di questo prodotto.

Vi invitiamo allora a scoprire di più sui Padri Benedettini di Modena e sul loro Aceto Balsamico visitando il nostro sito: www.bottegadelmonastero.it

Botteghe e Mestieri © 2007-2018 Cooperativa Sociale Botteghe e Mestieri, Via Tebano, 150·Faenza (RA) Italy·tel. 0546 47202·p.iva 02188610394